A cosa serve l’autostima?

Oggi si dà molta importanza al concetto di autostima. È opinione diffusa che un’elevata autostima porti molti benefici a chi la possiede. Avere fiducia in sé, pensiamo, produce migliori risultati a scuola o sul lavoro; migliora le relazioni interpersonali; riduce i comportamenti aggressivi, violenti e antisociali; rende meno probabili le dipendenze dalla droga, dall’alcool, dal fumo, dal sesso, dal cibo; infine, tutti noi siamo convinti che un’elevata autostima porti in generale a essere più felici e meno depressi. Ma è davvero così?

Le lodi che fanno male

Quando un bambino ha una bassa stima di se stesso siamo portati a lodarlo il più possibile, pensando così di aiutarlo a superare le sue insicurezze. In realtà questa strategia può essere controproducente.