Prevenire e ridurre la dermatite atopica: prebiotici e probiotici

Negli ultimi anni l’utilizzo di probiotici e prebiotici in ambito dermatologico è stato oggetto di numerosi studi scientifici.

In particolare è stato studiato uno dei disturbi più comuni nei primi anni di vita dei bambini: la dermatite atopica.

Mother changing baby diaper

I medici hanno indagato in due direzioni parallele ma distinte.

  1. La possibilità di prevenire la dermatite atopica nella prima infanzia tramite l’assunzione da parte della madre di probiotici e prebiotici durante la gravidanza e nei primi mesi di vita durante l’allattamento.
  2. La possibilità di ridurre la severità della dermatite atopica o di supportare un eventuale trattamento farmacologico (qualora quest’ultimo si rendesse necessario) somministrando ai neonati prebiotici e probiotici.

Nel primo caso i risultati delle ricerche sono unanimemente positivi. Nel secondo caso invece non sono così chiari, ma restano controversi.

In nessun caso si sono evidenziate controindicazioni o effetti collaterali.

I dati che seguono sono tratti da un articolo pubblicato nel 2014 sul Journal of the American Academy of Dermatology.

Prevenzione della dermatite atopica

In campo preventivo l’assunzione di determinati ceppi di probiotici dei rami Lactobacillus e Bifidobacterium da parte delle donne in gravidanza e successivamente durante l’allattamento ha mostrato una riduzione dei casi di dermatite atopica nei neonati al di sotto dei due anni di vita che va dal 20% al 24%.

La somministrazione si è rivelata utile a partire da 4 settimane prima del parto fino a 6 mesi dopo il parto (naturalmente nel caso di allattamento al seno).

I ceppi che si sono rivelati più utili sono i seguenti.

  • Lactobacillus Rhamnosus GG
  • Lactobacillus Acidophilus
  • Lactobacillus Paracasei
  • Bifidobacterium Bifidum
  • Bifidobacterium Breve
  • Bifidobacterium Longum
  • Bifidobacterium Animalis
  • Bifidobacterium Lactis

L’assunzione di probiotici è considerata assolutamente sicura sia nelle donne in gravidanza che nei bambini: sinceramente però riteniamo che sia sempre meglio consultare preventivamente un medico.

Mother feeding breast with nursing pillow

Riduzione della severità della dermatite atopica

In questo campo i risultati dei diversi studi scientifici condotti non sono unanimi.

Alcuni studi mostrano un sensibile miglioramento dei sintomi a seguito della somministrazione di probiotici ai bambini affetti da dermatite atopica, mentre altri non vedono significativi scostamenti rispetto al placebo.

Per questo motivo, mentre in ambito preventivo il consenso sull’utilità dei probiotici è sostanzialmente unanime, in ambito terapeutico la questione è controversa.

Prebiotici: cosa sono e a cosa servono?

La definizione classica di prebiotico è la seguente:

Un ingrediente commestibile non digeribile che produce effetti positivi nell’organismo che lo ingerisce, stimolando in maniera selettiva la crescita e/o l’attività di uno o di un certo numero di batteri nel colon.

I prebiotici possono quindi rendere più efficace l’azione dei probiotici naturalmente presenti nell’intestino o di quelli che assumiamo attraverso degli integratori.

L’Aloe Vera è un prebiotico?

La funzione prebiotica dell’Aloe Vera è stata verificata da uno studio publicato sulla rivista Food & Function nel 2015.

14428464090021440707494879Aloe-Vera-Gel_Isolated

Lo studio in vitro ha mostrato che il gel di Aloe Vera ha la capacità di favorire la crescita della flora intestinale.

L’effetto benefico dell’assunzione di probiotici può quindi essere stimolato dalla concomitante assunzione di un prebiotico come il gel di Aloe Vera.

Anche in questo caso riteniamo doveroso suggerire alle donne in gravidanza di consultare un medico prima di assumere ogni tipo di integratore.

Un ottimo integratore di probiotici: Forever Active Probiotic

Forever Active Probiotic è un prodotto unico, che nasce dalla fusione di 6 ceppi diversi di probiotici tra i più utili per l’organismo (quattro dei quali sono citati sopra per aver dimostrato efficacia nella prevenzione della dermatite atopica) e non necessita della conservazione in frigorifero.

L’incapsulamento brevettato garantisce la sopravvivenza dei batteri fino nell’intestino, a differenza di molti altri prodotti per cui si ha una  perdita di efficacia dovuta alla morte di gran parte dei probiotici nell’ambiente acido dello stomaco.

 

Active PROBIOTIC.png

Inoltre, questo probiotico agisce al meglio in combinazione con il gel di Aloe Vera Forever. Infatti l’Aloe funziona da prebiotico perchè prepara l’ambiente adatto per la riproduzione, lo sviluppo e il corretto funzionamento dei probiotici.

Se mirate a proteggere al meglio l’apparato digerente e a favorire l’assimilazione delle sostanze nutritive, Forever Active Probiotic è l’elemento ideale per integrare l’alimentazione quotidiana!

I ceppi probiotici presenti nel prodotto sono i seguenti.

  • Lactobacillus Rhamnosus GG
  • Lactobacillus Acidophilus
  • Lactobacillus Bulgaricus
  • Lactobacillus Plantarum
  • Bifidobacterium Longum
  • Bifidobacterium Lactis

Bibliografia

Probiotics and prebiotics in dermatology
Baquerizo Nole, Katherine L. et al.
Journal of the American Academy of Dermatology , October 2014

In vitro assessment of the prebiotic potential of Aloe vera mucilage and its impact on the human microbiota
Gullón B, Gullón P, Tavaria F, Alonso JL, Pintado M.
Food & Function, February 2015

Probiotics, prebiotics, and synbiotics — approaching a definition
Jürgen Schrezenmeir, Michael de Vrese
American Journal of Clinical Nutrition, February 2001